Il traghetto di Marina di Ravenna sarà elettrico, ma è difficile prevedere i tempi | la CRONACA di RAVENNA

Il traghetto di Marina di Ravenna sarà elettrico, ma è difficile prevedere i tempi

Riunione congiunta oggi, mercoledì 3 agosto, in Municipio richiesta dall'opposizione per discutere del problematico collegamento tra le due sponde del Candiano

03 agosto 2022 - Clima surriscaldato in consiglio comunale dove, nel pomeriggio, si sono riunite due commissioni consiliari per discutere della insostenibile situazione del servizio traghetto tra Marina di Ravenna e Porto Corsini. Ormai da alcuni anni, uno dei due traghetti passa più tempo in manutenzione che in navigazione sul Candiano. Non a caso Start Romagna destina alle riparazioni dei mezzi 300mila euro l’anno. Se avesse messo questi soldi a fronte di un mutuo qualche anno fa - hanno detto i consiglieri dell'opposizione che hanno chiesto l'incontro - oggi ci sarebbero due mezzi efficienti e in linea con un servizio prezioso per cittadini e turisti che invece hanno lunghe attese, soprattutto negli orari di punta e nei giorni clou dell’estate.

All’incontro hanno presenziato online il presidente di Start Romagna, Roberto Sacchetti, e alcuni dirigenti.

Particolarmente polemici i gruppi di opposizione che sono arrivati a chiedere le dimissioni dei vertici Start. Ma anche dalla maggioranza sono arrivate critiche. Ancarani (Forza Italia), Ancisi (Lista per Ravenna), Grandi (Viva Ravenna) hanno più volte messo in difficoltà Start ricordando gli innumerevoli stop per avaria.

Nel futuro del servizio c’è l’alimentazione elettrica dei motori dei traghetti. Ma serviranno alcuni anni tra progettazione, iter, gare d’appalto, realizzazione dell’intervento. Nel frattempo si procederà con le manutenzioni, il che significa altri disservizi per abitanti e vacanzieri.

Inizieranno, invece, nel tardo autunno i lavori per sostituire le inefficienti casse automatiche per emettere il biglietto, stabilito che gli operatori a bordo non torneranno al pre-Covid quando con una macchinetta stampavano loro il tagliando.

Dal dibattito è anche emerso il motivo per cui la fila centrale del traghetto non viene più occupata dalle vetture. Una lettera delle rappresentanze dei lavoratori di un paio di mesi fa ha evidenziato la mancanza di 80 centimetri tra un’auto e l’altra, con il rischio della mancata apertura degli sportelli in caso di emergenza. Ora è allo studio un progetto per modificare la sosta di auto, moto e pedoni per guadagnare più spazi.

La questione del traghetto sarà ripresa dopo la pausa ferragostana in una serie di incontri tra Start Romagna e l'amministrazione comunale, che con il 25% è il socio di riferimento della società attraverso Ravenna Holding.


© copyright la Cronaca di Ravenna

Articoli Correlati

Funzionamento del traghetto: «Se ne discute mercoledì alla luce del sole». Il Baleno e l'Azzurro hanno 30 anni

Funzionamento del traghetto: «Se ne discute mercoledì alla luce del sole». Il Baleno e l'Azzurro hanno 30 anni

Ancisi (LpRa), il collegamento tra le sponde del Candiano «a fondo nel passaggio ...

CONDIVIDI

Altro da:
Politica

Il consigliere del Pd Haxhibeku, sfalcio urgente della vegetazione su via Marabina

Rischi per la circolazione, in particola nella corsia che porta da Lido di Dante ...

Il consigliere del Pd Haxhibeku, sfalcio urgente della vegetazione su via Marabina

Rischi per la circolazione, in particola nella corsia che porta da Lido di Dante ...

Approvato il Bilancio consolidato 2021, polemiche sulle società partecipate

Partiti con idee opposte sulla qualità dei servizi forniti

Approvato il Bilancio consolidato 2021, polemiche sulle società partecipate

Partiti con idee opposte sulla qualità dei servizi forniti

Alleanza Verdi Sinistra: "Costruiamo insieme l'opposizione"

Confronto tra elettori e elettrici, domenica mattina, 2 ottobre alle 9.30, alla Rocca ...

Alleanza Verdi Sinistra: "Costruiamo insieme l'opposizione"

Confronto tra elettori e elettrici, domenica mattina, 2 ottobre alle 9.30, alla Rocca ...

RAVENNA FESTIVAL

Un libro per te

Domani faccio la brava, il libro-catalogo del fotoreporter Giampiero Corelli

I suoi scatti fanno riflettere e immaginare in quali universi di solitudine possa ...

Sopra le righe

Carlo Ossola: “Non perdiamo la memoria di Dante”. INTERVISTA

Il presidente del Comitato nazionale per le celebrazioni del settimo centenario ha ...

«L'Eremo, il luogo dove ritrovare la nostra spiritualità». INTERVISTA a Don Claudio Ciccillo

Ospite del primo incontro dell'edizione 2022 di "ItineRA", ha portato la sua esperienza ...

Aldo Preda: "Don Minzoni punto di riferimento aspro ed esigente"

Oggi, alle 18, verranno depositati fiori alla lapide di piazza Garibaldi

«Don Ugo, un prete iscritto nell’albo dei santi preti, che fa parte anche della Chiesa di domani»

Preda: «A due anni dalla morte, il ricordo è vivo. La cura della Chiesa, la scuola ...

Ravegnana Radio cessa le trasmissioni

La direttrice Anna De Lutiis: "In futuro abbiamo la speranza di creare una nuova ...

Ersilio Tonini. Domani, giovedì 28 luglio, l'anniversario della scomparsa. Preda: «Il suo dialogo con tutti»

Cerimonia venerdì 29 luglio alle 18.30 in Seminario a Ravenna con il senatore Pierferdinando ...

L'arcivescovo: "La vita prevalga sulla morte"

L'omelia di monsignor Lorenzo Ghizzoni per la Messa del Patrono, Sant'Apollinare

I trent’anni di Fanny & Alexander tra tenacia, follia e saggezza. INTERVISTA a Chiara Lagani

Debutta martedì 12 luglio alle 21 al Teatro Alighieri per il Ravenna Festival il ...