Subito una donazione per il nuovo corso di Medicina e Chirurgia

La famiglia Novarese destina 50mila euro per l'allestimento di un laboratorio

17 settembre 2020 - Donazione di 50mila euro per il nuovo corso di laurea in Medicina e Chirurgia attivato quest'anno.
Protagonista Mariolina Novarese, moglie di Carlo, noto imprenditore bolognese, scomparso. Proprio per ricordare il marito Carlo, la signora Mariolina ha donato gli arredi e le attrezzature didattiche (microscopi, monitor e telecamere) all’Università di Bologna Campus di Ravenna. Una donazione importante, che permetterà di completare uno dei cinque laboratori realizzati presso l’ospedale Santa Maria delle Croci e destinati al nuovo corso di Laurea in Medicina e Chirurgia attivato quest’anno.

“Ho sentito parlare da cari amici del progetto che si stava sviluppando a Ravenna, dell’impegno dell’Università e delle realtà locali per l’attivazione di un nuovo corso di Laurea in Medicina e Chirurgia" spiega la signora Novarese". "Mi è stato illustrato il progetto per la realizzazione dei laboratori dedicati alle esercitazioni pratiche degli studenti dei primi anni di Medicina e Chirurgia e delle dotazioni, molto all’avanguardia di cui sarebbero stati dotati. Mio marito ha sempre creduto nell’importanza della formazione e dell’eccellenza, costruendo un’impresa fondata su questi principi, anche se non in ambito sanitario; per questa ragione, assieme ai miei figli, ho pensato che sarebbe stato bello ricordarlo contribuendo alla realizzazione dei laboratori didattici che si stanno costruendo presso l’ospedale Santa Maria delle Croci. Sono contenta di avere preso questa decisione assieme ai miei figli, ancora di più dopo questo difficile momento che ci ha fatto comprendere quanto sia importante la formazione e la preparazione dei medici e di tutti gli operatori sanitari".

L’ing. Carlo Novarese, deceduto nel 2019, era uno dei titolari e amministratore delegato di Meccanica Nova, una importante azienda meccanica che ha sede nella periferia Bolognese a Zola Predosa.

“Grazie alla donazione di benefattori attenti come la famiglia Novarese, il corso di Medicina e Chirurgia in partenza al Campus di Ravenna in questo nuovo anno accademico 2020/21, potrà contare su un laboratorio completo ed efficiente per i futuri medici" commenta così il Prorettore alla Didattica Enrico Sangiorgi. "Il nostro Ateneo conta molto sull’attenzione dei donatori non solo perché il loro contributo è fondamentale per rendere l’Università un luogo accogliente e sempre all’avanguardia, ma anche perché il loro continuo interesse di stakeholders è la migliore conferma dell’efficacia delle nostre azioni”.

La presidente del Campus, professoressa Elena Fabbri, si associa alle parole del Prorettore Prof. Sangiorgi esprimendo "un sentito ringraziamento per questa donazione che emoziona, e non solo per la sua entità. Oltre che un bellissimo ricordo di una persona cara, la donazione viene interpretata come un grande messaggio che rappresenta l’eredità lasciata dall’Ing. Novarese, ovvero che la formazione è la base essenziale per il progresso".

Anche l’Amministrazione Comunale ringrazia la famiglia Novarese per questa importante donazione che contribuirà a rendere disponibile il laboratorio già dal mese di ottobre.


© copyright la Cronaca di Ravenna
CONDIVIDI

Altro da:
Cronaca

Coronavirus, i casi odierni salgono a 91

Riscontrati 42 asintomatici e 49 con sintomi; 85 in isolamento domiciliare e 6 r ...

Coronavirus, i casi odierni salgono a 91

Riscontrati 42 asintomatici e 49 con sintomi; 85 in isolamento domiciliare e 6 r ...

Dà in escadescenza alla stazione di Ferrara, arrestato

Aggredisce a calci gli agenti intervenuti

Dà in escadescenza alla stazione di Ferrara, arrestato

Aggredisce a calci gli agenti intervenuti

Arrestato pregiudicato 41enne

A Roma era stato condannato a tre anni per spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza ...

Arrestato pregiudicato 41enne

A Roma era stato condannato a tre anni per spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza ...

RAVENNA FESTIVAL

Un libro per te

La donne valorose di Serena Dandini

Le vite di trentaquattro donne, intraprendenti, controcorrente, spesso perseguitate, ...

Sopra le righe

La Trilogia d’Autunno, Dante e l’amore caparbio della città

È stata presentata oggi al Teatro Alighieri la nuova produzione “Faust rapsodia. ...

Pablo Neruda, un delitto di Pinochet?

Intervista a Roberto Ippolito, che oggi alla Classense parlerà del libro d’inchiesta ...

L'avvio di un grande progetto con il Corso di laurea in Medicina. A Ravenna studenti preparati

Chi ha superato il test è nella prima metà della graduatoria nazionale, dove Ravenna, ...

Si mangia ogni giorno (non per tutti) e qualcuno meglio degli altri

Le stelle Michelin in un secolo di storia

Paolo Roversi-Studio Luce. “Alla fine la fotografia è solo una questione d’Amore”

270 scatti raccontano i cinquant'anni di lavoro del grande fotografo di moda. La ...

don Francesco, Pirro e Renzo a passeggio in via Stradone

Guardigli? Si batteva con la parola e con la penna

Dacia Maraini: "La bellezza di questa città? Etica, non estetica". L'INTERVISTA

La scrittrice ha presentato alla Classense il libro 'Trio'

I Chiostri, la Tomba, il Lauro e le Letture: Dante per sempre Sommo nella spiritualità della basilica

Il racconto ‘speciale’ della serata in San Francesco