Martinelli, «che cosa significa lavorare nel coro?» | la CRONACA di RAVENNA

Martinelli, «che cosa significa lavorare nel coro?»

Nel suo ultimo libro spiega che va educato con la poesia, il canto e il movimento

15 agosto 2023 - È appena uscito l’ultimo lavoro di Marco Martinelli dal titolo “Coro” pubblicato dalla casa editrice AkropolisLibri, con la prefazione di Clemente Tafuri e David Beronio.
“Lavorare nel coro, per Marco Martinelli - leggiamo nella prefazione - significa condurre una ricerca sull’essenza del teatro, sul suo senso, e su quanto sia possibile far riverberare, negli spettacoli di cui è autore e regista, l’esito sempre nuovo di questa ricerca”.

Abbiamo avuto modo di seguire, in molte occasioni, l’effetto finale del lavoro svolto da Martinelli che individua tre momenti nella storia del teatro, tre modelli ai quali fare riferimento dove emerge l’importanza del coro; in primis sono le tragedie nell’Atene del V secolo, poi le sacre rappresentazioni medievali e, infine, il teatro di massa della rivoluzione d’ottobre.

“Il lavoro del coro - scrive l’autore - mi ha sempre fatto pensare agli stormi degli uccelli in volo. Quegli ipnotici voli di puntini neri, li vedete, li vedete mentre li evoco?
Disegni sorprendenti che incessantemente si trasformano, giù in picchiata e poi su e poi in ogni direzione, un magico andare nell’aria che tiene legato quello sciame senza che ci sia nulla di meccanico a farlo, ma solo un naturale, organico comporsi e ricomporsi di figure.
Chi li guida?[…] Anche nel gioco del cerchio, a un tratto, quando ci si sarà affiatati, quando il respiro dei molti, per una inspiegabile magia, si farà uno, anche nel cerchio degli umani la iniziale, necessaria differenza tra la guida-corifero e il coro, comincerà a svanire, e si sarà come uccelli in volo. Nell’azzurro”.

Un lavoro non semplice quello che da anni Martinelli porta avanti. Il coro va educato, va reso sensibile alle diverse emozioni perché possa dare dei risultati credibili. “E questi stati d’animo - scrive Martinelli - ricordano forse quelli che l’antico teatro indiano definiva i rasa, i sapori: Patetico, Meraviglioso, Eroico, Furioso, Terrificante, Erotico, Comico, Ripugnante, e così via”.

Il coro va educato, si diceva, ma per farlo è necessario avere gli strumenti adatti. E quali sono gli strumenti che l’autore suggerisce?  La poesia, il canto, il movimento, visto che nella sua etimologia greca coro significa danza.

Leggendo questo libro mi tornano in mente e nello sguardo le interpretazioni dei ragazzi della non-scuola, il loro fare coro, le Chiamate dantesche. Ma importante è l’elemento spazio prima ancora della voce e del gesto, uno spazio organizzato, precisa Martinelli.
“Quando trent’anni fa ho iniziato la mia non-scuola, ho iniziato dal cerchio. Nel mettere gli adolescenti in cerchio, agivano in me le riflessioni dei maestri-registi del Novecento, agiva l’umile sapere di generazioni e generazioni di teatranti che per millenni si sono misurate con gli spazi-i palchi di legno e le piazze, il teatro nelle strade come nelle corti e certamente agiva in me qualcosa di ancora più arcaico, che fa del cerchio la forma spaziale primigenia dell’umanità. Un mettersi in cerchio per pregare?”.

Sono tante le domande che Martinelli si è posto in questi lunghi anni di riflessione e ha trovato le risposte che applica in molte sue opere, come ha applicato nella realizzazione del Don Chisciotte di Cervantes.

Anna De Lutiis

 

 

 


© copyright la Cronaca di Ravenna

CONDIVIDI

Altro da:
Un libro per te

"These important years", il libro fotografico di Adriano Zanni

104 pagine con le sue fotografie, più una serie di QR code che conducono a interventi ...

"These important years", il libro fotografico di Adriano Zanni

104 pagine con le sue fotografie, più una serie di QR code che conducono a interventi ...

"La bomba", il terzo romanzo di Alberto Cassani

È un giallo che ha evidenti sfaccettature politiche. Si svolge in una città di provincia. ...

"La bomba", il terzo romanzo di Alberto Cassani

È un giallo che ha evidenti sfaccettature politiche. Si svolge in una città di provincia. ...

Le Lucciole di Tonino Guerra

Pillole di bellezza per chi fa turismo (Pazzini Editore)

Le Lucciole di Tonino Guerra

Pillole di bellezza per chi fa turismo (Pazzini Editore)

CNA parti

Sopra le righe

"Strùffati": Comune e Prefettura in difesa delle persone vittime di truffe. Il video con Maria Pia Timo

Tornano le azioni sul territorio. Si parte martedì 9 aprile alle 20.30 all'Almagià ...

Ortazzo, «lo scandalo continua»

Gli ambientalisti: «Il Parco del Delta non emette alcun cenno risoluto rispetto a ...

Dialogo sul Mediterraneo. INTERVISTA a Marc Lazar

È uno dei due protagonisti con l’ex Ministro Marco Minniti, del dibattito organizzato ...

Architettura, «una nuova visione con al centro la qualità». INTERVISTA

Come sfuggire alla schiavitù nei confronti delle logiche di mercato. Ne parla Marco ...

Salvò al mondo la Domus dei Tappeti di Pietra

RavennAntica intitoli uno spazio pubblico a Ezio Fedele Brini

Prospettiva Dante. Giancarlo Giannini incanta il pubblico

L'attore italiano ha aperto la XII edizione del festival promosso dalla Fondazione ...

Celebrato il 702esimo annuale di Dante. LE FOTO

Dalla prolusione alla Biblioteca Classense all'Offerta dell'Olio

Alluvione/ Oltre 600 firme per la petizione “Stop al pagamento delle utenze"

Promossa da una cittadina di Fornace Zarattini, Alessandra Musumeci. «Eni, Hera, ...