Giorno della Memoria, le iniziative per non dimenticare le vittime della Shoah. Oggi alla stazione ferroviaria di Ravenna | la CRONACA di RAVENNA

Giorno della Memoria, le iniziative per non dimenticare le vittime della Shoah. Oggi alla stazione ferroviaria di Ravenna

Eventi dal 22 gennaio al 5 febbraio. Sabato 27 gennaio alle 10, nell’atrio della stazione ferroviaria di Ravenna si renderà omaggio alla lapide in memoria degli ebrei transitati per la stazione di Ravenna con destinazione Auschwitz

27 gennaio 2024 - Sabato 27 gennaio ricorre il 79° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta nel 1945. In questa giornata si celebra il Giorno della Memoria, una ricorrenza istituita per ricordare la Shoah, la deportazione e lo sterminio nei campi di concentramento di milioni di persone.
Il Comune di Ravenna insieme ad altre istituzioni e realtà del territorio ha organizzato una serie di iniziative, che si svolgeranno nell’arco di due settimane, per non dimenticare quanto è successo.

Venerdì 26 gennaio, alle 10 al Cimitero di guerra in via Piangipane 24 a Piangipane verrà reso omaggio ai Caduti della Brigata ebraica alla presenza del vicesindaco, Eugenio Fusignani e del presidente del Consiglio comunale Massimo Cameliani.

Sabato 27 gennaio alle 10, nell’atrio della stazione ferroviaria di Ravenna si renderà omaggio alla lapide in memoria degli ebrei transitati per la stazione di Ravenna con destinazione Auschwitz alla presenza del sindaco di Ravenna, Michele de Pascale e del presidente del Consiglio comunale Massimo Cameliani. La cerimonia sarà accompagnata da una lettura dedicata al tema della memoria a cura degli studenti e delle studentesse della classe 3 AIN dell’Itis Nullo Baldini.

Da lunedì 22 a venerdì 26 gennaio, la scuola primaria Mordani (via Mordani 5) propone la settimana della Memoria. Letture, riflessioni, laboratori espressivo-musicali, filmati storici sul progetto “Roberto Bachi, un compagno di scuola matricola n. 167973”. L’iniziativa è dedicata ai fondatori del progetto: Giorgio Gaudenzi, Silvano Rosetti, Danilo Naglia e Sergio Squarzina.

Per lunedì 29 gennaio alle 9.30 nella sala del Consiglio comunale (piazza del Popolo 1), è in programma la Consulta delle ragazze e dei ragazzi dedicata al Giorno della Memoria. L’apertura dei lavori è affidata all’assessore alla Scuola Fabio Sbaraglia, seguirà poi intervento di Alfredo Tassoni presidente del Club Cosmopolita Arpad Weisz che racconterà la storia del grande allenatore ebreo del Bologna morto ad Auschwitz.
Sarà un’occasione per promuovere riflessioni sulla cultura dell’ascolto, contro ogni forma di razzismo e antisemitismo nello sport e nella società civile.

Sabato 27 gennaio alle 17 presso la sala Buzzi in viale Berlinguer 11 a Ravenna presentazione del libro “La persecuzione dei rom e dei sinti nell’Italia fascista”. Sarà presente l’autrice Paola Trevisan.
Alle 21 presso l'Auditorium A. Corelli vicolo Belletti 2, Fusignano (RA) concerto “Musica e Memoria” del Quartetto K.

Lunedì 29 gennaio alle 20:30 presso biblioteca “terzo Casadio” via Staggi 4 a Porto Fuori presentazione del libro “Un uomo di poche parole! – storia di Lorenzo, che salvò Primo Levi”.
Sarà presente l’autore Carlo Greppi.


Infine lunedì 5 febbraio si svolgerà al Teatri Rasi (via di Roma 39) il reading teatrale “Lei conosce Arpad Weisz?” di Menoventi, tratto dal libro "Dallo scudetto a Auschwitz" di Matteo Marani. L’evento rappresenta un'opportunità per esplorare il passato e imparare dalle vite di coloro che hanno affrontato sfide significative. Arpad Weisz, allenatore di calcio ebreo ungherese, è una figura di grande rilevanza storica e umana. È stato uno dei migliori allenatori degli anni Trenta in Italia ed in Europa. Vinse scudetti con Ambrosiana Inter e Bologna, ma le leggi razziali nel 1938 portano lui e la sua famiglia lontano dall’Italia. Morì ad Auschwitz e la sua storia fu dimenticata da tutti per più di sessant’anni. 
L’appuntamento è alle 11 per le scuole, ingresso gratuito con prenotazione a info@romagnainiziative.it; mentre alle 21 invece ingresso gratuito aperto alla cittadinanza con prenotazione a info@romagnainiziative.it. L’evento è promosso da Romagna Iniziative in collaborazione con il Comune di Ravenna.

 

 

 

 

 

 

Le biblioteche dell’Istituzione Classense propongono “Per non dimenticare”, un percorso bibliografico rivolto a ragazze e ragazzi, reperibile nelle biblioteche o scaricabile alla pagina https://www.classense.ra.it/junior/#junior2024.

Il calendario delle iniziative promosse dal servizio Decentramento rivolte alle scuole e alla cittadinanza su tutto il territorio comunale è invece consultabile al link: https://www.comune.ra.it/events/il-giorno-della-memoria-2024/


© copyright la Cronaca di Ravenna

CONDIVIDI

Altro da:
Cultura

“Italia revisited #1. Campionario per immagini”

Grande successo per la vernice della mostra personale del fotografo Massimo Bald ...

“Italia revisited #1. Campionario per immagini”

Grande successo per la vernice della mostra personale del fotografo Massimo Bald ...

Palazzo Guiccioli, «un luogo di grande civismo e cultura costituzionale»

Il presidente della Cassa di Ravenna e dell'Abi, AntonioPatuelli, all'inaugurazione ...

Palazzo Guiccioli, «un luogo di grande civismo e cultura costituzionale»

Il presidente della Cassa di Ravenna e dell'Abi, AntonioPatuelli, all'inaugurazione ...

Palazzo Guiccioli apre il 19 aprile. Visite guidate e spettacolo serale con Franco Nero

Per due giorni è possibile entrare nel cantiere dell'imponente residenza storica ...

Palazzo Guiccioli apre il 19 aprile. Visite guidate e spettacolo serale con Franco Nero

Per due giorni è possibile entrare nel cantiere dell'imponente residenza storica ...

Biscotti Saltari

Sopra le righe

"Strùffati": Comune e Prefettura in difesa delle persone vittime di truffe. Il video con Maria Pia Timo

Tornano le azioni sul territorio. Si parte martedì 9 aprile alle 20.30 all'Almagià ...

Ortazzo, «lo scandalo continua»

Gli ambientalisti: «Il Parco del Delta non emette alcun cenno risoluto rispetto a ...

Dialogo sul Mediterraneo. INTERVISTA a Marc Lazar

È uno dei due protagonisti con l’ex Ministro Marco Minniti, del dibattito organizzato ...

Architettura, «una nuova visione con al centro la qualità». INTERVISTA

Come sfuggire alla schiavitù nei confronti delle logiche di mercato. Ne parla Marco ...

Salvò al mondo la Domus dei Tappeti di Pietra

RavennAntica intitoli uno spazio pubblico a Ezio Fedele Brini

Prospettiva Dante. Giancarlo Giannini incanta il pubblico

L'attore italiano ha aperto la XII edizione del festival promosso dalla Fondazione ...

Celebrato il 702esimo annuale di Dante. LE FOTO

Dalla prolusione alla Biblioteca Classense all'Offerta dell'Olio

Alluvione/ Oltre 600 firme per la petizione “Stop al pagamento delle utenze"

Promossa da una cittadina di Fornace Zarattini, Alessandra Musumeci. «Eni, Hera, ...