Scuola, i sindacati: "Il Tar ha sospeso l'autonomia della Regione. Il rinvio delle lezioni è prerogativa del governo" | la CRONACA di RAVENNA

Scuola, i sindacati: "Il Tar ha sospeso l'autonomia della Regione. Il rinvio delle lezioni è prerogativa del governo"

I sindacati chiedono la riapertura della scuola in presenza coniugando l’esigenza della tutela della salute con quella del diritto all’istruzione

15 gennaio 2021 - "Per noi è chiaro: il rinvio dell’apertura delle attività didattiche in presenza è prerogativa del governo per evitare disuguaglianze di ogni genere sul territorio nazionale". Questa la posizione dei sindacati della scuola a proposito della situazione creatasi con la sospensione dell'ordinanza della Regione Emilia Romagna che spostava al 23 gennaio l'avvio della didattica in presenza nelle scuole superiori. "Il TAR - dichiarano - sospende 'l’autonomia differenziata' della regione in materia di istruzione" e così la scuola riapre lunedì 18 gennaio.

"Anche in Emilia Romagna - sottolineano - stiamo assistendo alle pesantissime conseguenze di un conflitto istituzionale fra Stato e Regioni che, come abbiamo sempre denunciato, sembra essere la “prova generale” di quello che potrebbe comportare per il mondo della scuola, l’autonomia differenziata posta in essere dalle singole regioni, in materia di istruzione.

La scuola non può essere strumentalizzata per fini politici e utilizzata per affermare la supremazia dello Stato o delle Regioni nel contesto di un conflitto che ormai stiamo vivendo da tempo e che la pandemia ha evidenziato in modo inequivocabile".

Le organizzazioni sindacali ricordano che da tempo chiedono "di conoscere i dati del contagio e se le scuole siano realmente luoghi sicuri per lavoratori e studenti. Occorre programmare seriamente scelte che vedano un piano di investimenti e di interventi stabili, chiari, con protocolli sulla sicurezza adeguati alla fase contingente. Per questo si rende necessaria la verifica e il continuo tracciamento dei contagi e una massiccia e tempestiva campagna di vaccinazione delle lavoratrici e dei lavoratori del settore.

Per la riapertura della scuola in presenza è necessario coniugare l’esigenza della tutela della salute con quella del diritto all’istruzione e si devono creare le condizioni affinché la scuola rimanga aperta evitando lo 'stop and go' che getta la comunità scolastica, ormai allo stremo, nella più totale confusione".


© copyright la Cronaca di Ravenna
CONDIVIDI

Altro da:
Politica

Buono baby sitter, dal Comune 300 euro per ogni famiglia con figli in didattica a distanza

Valido per chi ha un Isee fino a 35mila euro. Nei prossimi giorni il bando pubblico ...

Buono baby sitter, dal Comune 300 euro per ogni famiglia con figli in didattica a distanza

Valido per chi ha un Isee fino a 35mila euro. Nei prossimi giorni il bando pubblico ...

Verlicchi (La Pigna): "Perché con dati simili Ravenna è arancione scuro e Forlì no?

La candidata sindaco chiede "ristori regionali e comunali per tutte le attività che ...

Verlicchi (La Pigna): "Perché con dati simili Ravenna è arancione scuro e Forlì no?

La candidata sindaco chiede "ristori regionali e comunali per tutte le attività che ...

Spadoni (Lista per Ravenna): "Contro gli assembramenti non si vede un agente in divisa che corregga i comportamenti e applichi sanzioni"

"La Regione, giudicata tra le migliori d'Italia, la migliore secondo se stessa, ha ...

Spadoni (Lista per Ravenna): "Contro gli assembramenti non si vede un agente in divisa che corregga i comportamenti e applichi sanzioni"

"La Regione, giudicata tra le migliori d'Italia, la migliore secondo se stessa, ha ...

RAVENNA FESTIVAL

Un libro per te

“Dice che era un bell'uomo... Il genio di Dalla e Pallottino”: a 50 anni dalla pubblicazione di “4/3/1943” esce il libro di Massimo Londini

Nel volume numerosi scatti fotografici di Walter Breveglieri, la prefazione scritta ...

Sopra le righe

"Tessere del '900" e i progetti culturali dedicati a Dante. Intervista al presidente Casavecchia

L'influenza del Sommo Poeta nella società del secolo scorso sarà il tema di un ciclo ...

"Orfeo", una storia di giovani senza il finale. Intervista a Pier Luigi Pizzi: "Mi piace immaginare che non ci sia nessuno, neanche Dio, a salvarlo. Non esiste altro che la solitudine"

In questi giorni è a Ravenna per regia, scene e costumi dell’opera di Monteverdi ...

Intervista al regista Gerardo Lamattina in lizza per il David di Donatello. LE FOTO DI SCENA

“Il Drago di Romagna”, incentrato sul 'magiò', il popolare gioco di origine cinese ...

Chiarini: "I ristoranti riaprono? Evviva". Critiche alla moltiplicazione delle 'denominazioni'

"Tra i servizi e diritti di base emersi col Covid (salute, istruzione, cibo) va inserita ...

La cultura riparte velocemente. Niente chiusura settimanale il lunedì e presto orari lunghi

Intervista a Maurizio Tarantino. Il passaggio in zona gialla permette di nuovo l’accesso ...

Il diavolo e l’anima ai tempi dell’epidemia. Intervista a Luca Micheletti

Il regista e interprete dell’Histoire du Soldat di Stravinskij che oggi, sabato 23 ...

I giovani per Dante in treno con il MEI

Il Meeting degli Indipendenti di Faenza invita gli under 35 a formare una nuova orchestra ...

La forza sconvolgente del teatro d’opera. GUARDA LA GALLERY

Nel libro “Attraverso”, di recente uscita, le foto realizzate da Silvia Lelli di ...