Le celebrazioni dantesche andranno oltre il 21 settembre 2021 | la CRONACA di RAVENNA

Le celebrazioni dantesche andranno oltre il 21 settembre 2021

Il sindaco accoglie la richiesta avanzata dalle associazioni di categoria

13 gennaio 2021 - Si è svolto ieri l’incontro richiesto dai presidenti Confcommercio provincia di Ravenna, Mauro Mambelli, e dalla presidente Confesercenti provincia di Ravenna, Monica Ciarapica, con il sindaco di Ravenna Michele de Pascale, sulla possibilità di prolungare il programma degli eventi per il 700 anniversario della morta di Dante Alighieri anche al 2022.
Con una lettera inviata al Sindaco de Pascale, Confcommercio e Confesercenti hanno motivato tale richiesta a causa delle “restrizioni in atto dovute alla pandemia Covid-19 che non hanno consentito a tutt’oggi di poter svolgere adeguatamente il ricco programma per le celebrazioni del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri. Purtroppo, se la situazione non migliorerà, obiettivo auspicabile da tutti ma difficilmente raggiungibile in tempi brevi, anche per i primi sei mesi del 2021 Ravenna non potrà dar corso a tutta la serie di importanti eventi culturali programmati".

Come associazioni di categoria "riteniamo, e ad oggi ne siamo ancor più convinti, che tale ricorrenza debba essere al centro della politica culturale e turistica dell’Amministrazione comunale di Ravenna per il forte impatto internazionale dell’evento e per le ricadute sul sistema economico locale.
Il 2020 ha infatti rappresentato per la quasi totalità delle aziende del territorio un anno di notevoli difficoltà e le celebrazioni di un anniversario di tale caratura, come quello di Dante, possono in effetti rappresentare un’occasione unica da non perdere per dare un minimo di speranza e di rilancio ai settori del commercio, turismo, servizi e piccole imprese”.

Per questi motivi, Mambelli e Ciarapica avevano chiesto un incontro per valutare insieme la possibilità di poter prolungare le celebrazioni dantesche anche dopo settembre 2021, aggiornando il calendario e riprogrammando gli eventi.
All’incontro oltre al sindaco, erano presenti il vice sindaco Fusignani e gli assessori Cameliani, Costantini e Signorino.

Da parte sua il Sindaco si è detto favorevole alla proposta delle associazioni di organizzare altri eventi da settembre 2021 a settembre 2022, tenendo come fulcro centrale delle celebrazioni il 21 settembre 2021.
Ovviamente gli eventi già in programma verranno organizzati regolarmente o posticipati all’autunno, anche perché l’anno per le celebrazioni è e rimane il 2021, però è possibile prevedere altri appuntamenti danteschi anche per il prossimo anno. In sostanza, l’anno dantesco verrà regolarmente celebrato ma avrà una coda nel 2022 con nuove e importanti iniziative.


© copyright la Cronaca di Ravenna
CONDIVIDI

Altro da:
Cultura

Zona rossa e biblioteche, prestito con ritiro su prenotazione e con consegna a domicilio

I giorni e gli orari utili. Chiusa la mostra "Inclusa est flamma"

Zona rossa e biblioteche, prestito con ritiro su prenotazione e con consegna a domicilio

I giorni e gli orari utili. Chiusa la mostra "Inclusa est flamma"

Olindo Guerrini, Sonetti Romagnoli

La mostra presso le vetrine del “Private Banking” in Piazza del Popolo

Olindo Guerrini, Sonetti Romagnoli

La mostra presso le vetrine del “Private Banking” in Piazza del Popolo

Tournée in streaming per Muti e la Cherubini

A Bergamo, Napoli e Palermo per i concerti disponibili online dal 21, 26 e 28 ma ...

Tournée in streaming per Muti e la Cherubini

A Bergamo, Napoli e Palermo per i concerti disponibili online dal 21, 26 e 28 ma ...

RAVENNA FESTIVAL

Un libro per te

“Dice che era un bell'uomo... Il genio di Dalla e Pallottino”: a 50 anni dalla pubblicazione di “4/3/1943” esce il libro di Massimo Londini

Nel volume numerosi scatti fotografici di Walter Breveglieri, la prefazione scritta ...

Sopra le righe

Elio Germano e Chiara Lagani: “Siamo liberi di pensare con la nostra testa?”

Intervista alla coautrice che spiega il lavoro sulle parole del “Mein Kampf” per ...

"Orfeo", una storia di giovani senza il finale. Intervista a Pier Luigi Pizzi: "Mi piace immaginare che non ci sia nessuno, neanche Dio, a salvarlo. Non esiste altro che la solitudine"

In questi giorni è a Ravenna per regia, scene e costumi dell’opera di Monteverdi ...

"Tessere del '900" e i progetti culturali dedicati a Dante. Intervista al presidente Casavecchia

L'influenza del Sommo Poeta nella società del secolo scorso sarà il tema di un ciclo ...

Intervista al regista Gerardo Lamattina in lizza per il David di Donatello. LE FOTO DI SCENA

“Il Drago di Romagna”, incentrato sul 'magiò', il popolare gioco di origine cinese ...

Chiarini: "I ristoranti riaprono? Evviva". Critiche alla moltiplicazione delle 'denominazioni'

"Tra i servizi e diritti di base emersi col Covid (salute, istruzione, cibo) va inserita ...

La cultura riparte velocemente. Niente chiusura settimanale il lunedì e presto orari lunghi

Intervista a Maurizio Tarantino. Il passaggio in zona gialla permette di nuovo l’accesso ...

Il diavolo e l’anima ai tempi dell’epidemia. Intervista a Luca Micheletti

Il regista e interprete dell’Histoire du Soldat di Stravinskij che oggi, sabato 23 ...

I giovani per Dante in treno con il MEI

Il Meeting degli Indipendenti di Faenza invita gli under 35 a formare una nuova orchestra ...